“Trame di parole e versi” è un reading di frammenti da “Groppi d’amore nella scuraglia” di Tiziano Scarpa. Il testo nella forma di una favola surreale e con i caratteri di una saga popolare racconta,in una lingua sapientemente inventata dall’autore, la storia del giovane e sfortunato Scatorchio e delle sue alterne vicende “ da’mmure” per la Sirocchia sua. Protagonista della storia è anche il minuscolo paesino natio di Scatorchio, il cui Sindaco consegna ingiustamente ad un triste destino, quello di diventare deposito di rifiuti e quindi “munnezzaro di tutto lu Miridione” ricevendo in cambio “da lu Guberno Cintrali “ un megaripetitore TV per tutte le famiglie residenti.
Con Giuseppe La Licata
INGRESSO LIBERO