Terza mostra della serie di esposizioni di scatti di viaggiatori/fotografi a Fabbrica102.

 

Le immagini di questa serie di fotografie sono state catturate in Perù nel novembre del 2007 con una Nikon D80. Salvo Zarcone ha visitato più di trenta paesi, da solo o con un gruppo di viaggiatori con la passione per viaggi lunghi e in parte estremi, che consentono di calarsi nella vita dei luoghi, di percepirne le atmosfere. Quello che il viaggiatore/fotografo ha scelto di fotografare è ciò che ha impressionato per prima la sua immaginazione. Le distese ampie, da mancamento, del Sud America, le nuance delle aree secche o dei fiumi, i colori netti delle cose, le persone, gli animali, la vegetazione, che rimandano immediatamente al Perù. La serie è il racconto del ritmo del respiro di un paese, vertiginoso ma colorato e attraente come si vuole (e com’è) un paese latino. Da una parte cose, che mostrano un folklore ancora vivo, i mercati di Chivay, di Pisac, e dall’altra i paesaggi, infinitamente grandi rispetto all’essere animale, luoghi che rimandano a sentimenti ancestrali, al contatto primigenio dell’uomo con la Natura potente. Salvo Zarcone coglie le immagini con un grande stupore, che i suoi scatti restituiscono in maniera evidente ed eloquente.