Fratelli La Strada #Fabbrica102live

7 marzo 2019 - 21:45 - 23:55
Fratelli La Strada #Fabbrica102live

Anna G. Alba
Antonio D’Antoni

Viceversa Records/ Audioglobe

 

Tutto comincia un fresco mezzogiorno di primavera.
In una storica “Bodega” del Poble Sec nella meticcia Barcelona, Antonio si prepara ad una pagliacciata. ( “Play” un progetto che mischia musica e clowneria). Anna é li per caso e li ascolta. Si entusiasma e si aggrega al gruppo. (Piu’ avanti si aggiungeranno altri elementi per un totale di 7).
Il “gioco” (Play) dura poco, ma rappresenta una svolta importante per i due che da quel momento maturano la convinzione che alla musica accosteranno altre discipline artistiche (il teatro, la pittura, la danza, le marionette, il trasformismo, il cabaret).
Siamo nel 2005 e nasce “I fratelli La Strada…un racconto per chitarra e violino…” uno spettacolo di finzione dove il racconto é usato come un pretesto per unire una serie di melodie della tradizione Tzigana e di quella Kletzmer.
Ovvero una favola usata come filo per unire una serie di perline.
Lo spettacolo,funziona e viene rappresentato in piu’ di 100 repliche in strade, stradine, piazzette,ma anche in sale, saloni e teatrini, e festivals sia in spagna che in Italia.
Il 2006 é un anno di svolta.
Nasce “IcariotiKa” uno spettacolo che unisce il teatro alla musica, probabilmente il progetto + impegnativo finora realizzato tanto da subire costanti variazioni e tale da considerarsi ancora in evoluzione (work in progress) e non del tutto finito.
Ma soprattutto é del 2006 l’incontro con quei “Folli” di Azart The Ship of fools; una compagnia teatrale Olandese che viaggia su un peschereccio del 1916 navigando per tutto il mediterraneo rappresentando spettacoli che hanno il porto come scenario e la nave e la banchina come palcoscenico il tutto abbracciato da una tribuna semicircolare. Un equipaggio multinazionale e coloratissimo di Attori, acrobati, filmaker, ballerini, sarti che sono anche marinai cuochi tecnici, meccanici. Come nella tradizione dei circhi erranti e girovaghi solo che via mare.
Della “nave dei folli” i fratelli la strada saranno piccola orchestra residente durante 3 tournée estive e 2 invernali.(Spagna,Francia,Italia,Malta, grecia)
Comporranno le musiche per 5 opere originali oltre alle musiche per circa 20 cortometraggi (Azart tv link)
Nel frattempo, nasce “Digue Dingue Don Dene…canzoni con i denti di oro” (2007) un recital di canzoni della tradizione europea da gibilterra al mar nero.
Ritenuta completa l’esperienza sulla nave, I Fratelli La Strada si trovano a Lefkada, sul mar jonio greco, il sud d’italia é di fronte e quindi il ritorno in Sicilia.
Dove dal 2008 lavorano (travagliano!) incessantemente e dove danno a vita “Cantaruci e u Mari” (la versione concerto delle canzoni di A.D’ntoni editate nel disco omonimo pubblicato nel 2004 www.anomolo.com), “Mollie e Vanilla…universal Vintage delight…” (uno spettacolo di musica e cabaret che rivisita i classici universali della prima metà del 900) e la Platja dels Inùtils (nato dalle composizioni e dalle allucinazioni della catalana e assemblate con sapienza dal duo).
 
INGRESSO LIBERO